Disable Preloader

Gli ingranaggi della macchina

Gli ingranaggi della macchina

Gli ingranaggi della macchina

Gli ingranaggi della macchina



“A ciascuno il suo!” tramanda un saggio detto popolare.

Nel corso della mia lunga carriera professionale mi sono trovato varie volte a verificarne la validità, e l’ultima è stata purtroppo uno spiacevole quanto evitabile fastidio anche per i nostri clienti.

In questo articolo vorrei infatti raccontarvi quell’esperienza, che mi ha dato prova di come la collaborazione tra le parti sia fondamentale.

Andiamo per ordine: una coppia di futuri sposi, desiderosa di organizzare al meglio l’ormai prossimo coronamento del loro amore, si era rivolta a un’agenzia perché tutto venisse predisposto con professionalità e cura.

Questa aveva perciò approntato un team adibito all’evento, di cui dovevano far parte una wedding planner, un fotografo e un videomaker: per quest’ultimo ruolo sono stato contattato io, dato che conoscevano la mia professionalità ed esperienza.

Il mio incarico consisteva nel realizzare un trailer del matrimonio, compito che ho accettato senza problemi e a cui mi sono dedicato con l’immancabile serietà: studio della location, dialogo preliminare con la coppia, organizzazione delle riprese, scelta dell’attrezzatura per le riprese, predisposizione delle inquadrature …

Nulla era lasciato al caso e infatti la cerimonia si era svolta splendidamente, il girato era stato di ottima qualità e un’altra giornata di lavoro si era conclusa con soddisfazione.

Il tempo tecnico di montare le riprese secondo quella che, per la mia ventennale esperienza lavorativa, era la miglior versione possibile in senso narrativo ed artistico … e tutto era stato inviato all’agenzia. Lavoro portato a termine nel migliore dei modi, direte voi.

E invece no … perché gli step da percorrere non erano finiti lì: infatti la stessa agenzia aveva poca esperienza nel settore video, che non costituiva il suo core business.

Dunque per ovviare a questa complicazione aveva deciso di organizzare una catena di opinioni artistiche: il materiale doveva passare al vaglio anche degli altri elementi del team prima di essere approvato definitivamente, quindi il girato era stato trasmesso anche al fotografo e alla wedding planner. Nella mia lunga carriera nel settore matrimoniale ho per forza di cose dovuto interagire con molti esponenti di queste figure professionali, incontrando spesso dei validissimi esperti e persone squisite con cui ho realizzato degli ottimi progetti, con la massima soddisfazione di tutti (clienti in primis). Ancora oggi collaboriamo spesso e sono proprio loro a chiamarmi per costruire insieme il pacchetto cerimoniale delle nuove coppie. Ogni volta ciascuno svolge al meglio e in autonomia la sua mansione, garantendo anche agli altri di portare a casa un lavoro eccellente per proprietà transitiva.

Come gli ingranaggi di un macchinario perfetto, ciascuno funziona separatamente ma in armonia con gli altri per garantire il miglior funzionamento globale.

Purtroppo a volte capita invece di incontrare persone che non abbiano ben chiaro il gioco delle parti … e lì incominciano i guai, come nella storia che vi sto raccontando ora.

Secondo voi, benché di certo molto competenti nei loro campi, in questo caso specifico la wedding planner e il fotografo avranno condiviso le riflessioni che ho appena espresso?

Vi rispondo io: zero Kelvin, ossia – 273, 15.

I miei “compagni di team”, invece di mostrare solidarietà professionale lasciando così a me e all’agenzia la gestione artistica del video, hanno avuto continuamente da ridire su tutto, esprimendo opinioni prive di fondamento con il solo scopo di veder realizzata una personale idea di video.

Questo continuo rimpallo di osservazioni tra loro, me e l’agenzia si è tradotto in una bonaccia che ha paralizzato per un sacco di tempo il prodotto finale, perché non si riusciva a trovare una linea comune. Il risultato? La povera coppia ha finalmente ricevuto il trailer, ormai ben oltre i tempi che erano stati loro garantiti … ma in una versione che ha dovuto mettere d’accordo tutti, non quella che l’unico con esperienza reale nel campo avrebbe considerato ottimale.

Questa storia ha molto da insegnare, sia ai futuri sposi che ai colleghi del settore wedding: per i primi vi consiglio sicuramente di rivolgervi a un’agenzia efficace, esperta nel settore, e che soprattutto non preveda infinite catene di revisione ma che affidi l’ambito video a un valido professionista.

Nel caso voleste saltare ulteriormente questo passaggio per avere un rapporto più diretto, potete passare direttamente a contattare il regista e produttore video che pensate faccia per voi.

Nel mio caso l’approccio diretto non mi spaventa, in quanto io non lavoro con un sistema alla catena montaggio, ma con la cura e il cuore di un artigiano vecchio stile.

Non si delega, non c’è tramite, non ci sono giri infiniti, pareri discordi, perdite di tempo ed intromissioni: si parla direttamente con me e gli accordi vengono fatti senza filtri.

Ogni video che realizzo, sia nel campo matrimoniale che in quello aziendale, è davvero unico nel suo genere, studiato per la singola situazione ed elaborato per soddisfare le esigenze del cliente.

Ovviamente con questo sistema non posso seguire un numero infinito di matrimoni all’anno: il numero massimo che desidero gestire è di venti cerimonie … perché rispettando i miei standard qualitativi abituali ciascuna di esse mi prende il tempo e l’impegno di almeno il doppio di chi invece replica lo stesso format all’infinito senza adattare nulla.

Il riscontro per voi, però, è ben diverso: io mi prendo a cuore i miei clienti e dedico a loro il meglio delle mie possibilità, facendoli sentire speciali e importanti … come avrete modo di verificare personalmente se deciderete di rivolgervi a me per il vostro video matrimoniale.

Per i colleghi invece l’insegnamento è semplice: lavorando insieme, con rispetto reciproco, ognuno libero di dare il meglio nel suo settore in sinergia con l’altro, alla fine ci guadagniamo tutti.

Ci guadagnano infatti la qualità del video, il clima lavorativo e la soddisfazione del cliente, portando l’intero team a ricevere i giusti riconoscimenti e lavoro futuro in seguito alla buona pubblicità.

A ciascuno il suo … il successo a tutti!

Per info e contatti
Paolo: hello@foreverfilm.it

Cookie